Facsimile delega per verifica Green Pass

Published by Fabio Moscatelli on

delega green pass
Print Friendly, PDF & Email

Con l’entrata in vigore dell’obbligo di esibire la Certificazione verde Covid-19 in tutti i luoghi di lavoro diventa obbligatorio attribuire formale delega per la verifica del Green Pass, mediante un atto formale che individui i soggetti incaricati delle verifiche e dell’accertamento delle violazioni in caso di mancata esibizione del Green Pass.

Atto d’incarico per verifica Green Pass

Qui puoi scaricare gratuitamente e senza registrazioni un facsimile di atto d’incarico per la verifica del green pass.

Si raccomanda di verificare la documentazione scaricata con i propri consulenti privacy e di completare la delega con le necessarie istruzioni per l’esecuzione in modo corretto delle attività di verifica. Si suggerisce di formalizzare la consegna al soggetto delegato di idonea documentazione, quale ad esempio il Manuale per verificatori Green Pass.

La delega o conferimento d’incarico è una possibilità e non un obbligo. Qualora le verifiche siano svolte esclusivamente dalle persone aventi il titolo legale (Datori di lavoro e/o Responsabili attività) per controllare le Certificazioni verdi Covid-19 la delega non serve! Ti invito alla lettura dell’intero articolo per usare nel modo corretto tale modello di delega per la verifica del Green Pass.

NB: l’atto formale d’incarico si inserisce quale documento nella procedura per il controllo del Green Pass, che deve essere redatta dal Datore di lavoro per stabilire le modalità operative di organizzazione delle verifiche delle Certificazioni verdi Covid-19

Procedura controllo Green Pass

Acquista la procedura in formato word personalizzabile
Scarica qui l’anteprima

I requisiti dell’atto formale per delegare la verifica del Green Pass

Sono ormai diversi i decreti legge che hanno introdotto nel nostro Paese l’obbligo di verificare il Green pass nei luoghi di lavoro, alcuni già in vigore dal mese di luglio, con l’obbligo che è stato esteso a tutti gli ambiti lavorativi, pubblici e privati, a partire dal 15 ottobre 2021.

E’ previsto a chiare lettere che la verifica, ove svolta da soggetti diversi da chi ha la responsabilità legale dell’attività, debba prevedere la redazione di un atto formale.

Come deve essere fatta una delega per non avere contestazioni?

Perchè una delega acquisisca valore effettivo è richiesto che sia predisposta in modo adeguato. La delega deve essere redatta dal soggetto delegante, che conferirà formalmente l’incarico di verificare il Green Pass al soggetto delegato, che potrà essere una persona qualunque nell’ambito della propria organizzazione, purché in possesso di alcuni requisiti fondamentali che vedremo nel seguito dell’articolo. Perché la delega sia valida è richiesta sia la firma del soggetto delegante sia quella del soggetto delegato.

Senza entrare nelle complicazioni del D.Lgs. 81/08, che prevede nell’ambito della sicurezza sui luoghi di lavoro la possibile di delegare le funzioni in capo al Datore di lavoro ad un soggetto terzo, è parere dello scrivente che la delega nell’ambito delle verifiche del Green Pass possa avere validità anche senza attribuire data certa. Tuttavia i soggetti più attenti potranno ottemperare anche a tale formalismo, esempio mediante autoinvio della delega con posta certificata

Il soggetto delegante per la verifica del Green Pass

La delega a cura del soggetto delegante non può che essere effettuata dalla persona/e in possesso dei titoli di legge per conferire tale incarico. Di seguito vengono individuati per i settori obbligati al Green Pass (escluso l’ambito sanitario) i soggetti che possono delegare.

Luoghi di lavoro pubblici e privati

Nei luoghi di lavoro pubblici e privati l’obbligo di verificare il Green Pass è in capo al Datore di lavoro, che dovrà definire le modalità operative per l’organizzazione di tali verifiche. In genere coincide con il Datore di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 (Testo unico sicurezza e salute sui luoghi di lavoro) o con il Legale rappresentante, mentre negli ambiti pubblici, es. Comuni, Province, ecc., con il Sindaco, Dirigente incaricato, ecc.

Pertanto la verifica dovrà riguardare tutti i luoghi di lavoro (a partire dal 15 ottobre 2021), mentre si applica ed è già in vigore nelle seguenti attività e servizi per l’accesso del pubblico:

  • Servizi di ristorazione per il consumo al tavolo al chiuso (esclusi quelli all’interno di alberghi e strutture ricettive per i soli alloggiati)
  • Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive
  • Musei, luoghi di cultura, mostre
  • Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive
  • Sagre e fiere, convegni e congressi
  • Centri termali (esclusi quelli in cui si erogano prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, riabilitazione e terapie)
  • Parchi tematici e di divertimento
  • Centri culturali, sociali e ricreativi, solo per le attività al chiuso
  • Feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose
  • Sale gioco, centri scommesse, sale bingo e casinò
  • Concorsi pubblici

Scuole e e università

Per gli ambiti scolastici di seguito elencati il soggetto responsabile delle verifiche è individuabile nel Dirigente scolastico o nel Responsabile.

  • Scuole
  • Università
  • Istituzioni alta formazione artistica e musicale
  • Altre Istituzioni collegate alle università

Mezzi di trasporto

Per i mezzi di trasporti l’onere di verifica ricade sul vettore, per i seguenti servizi:

  • Aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone
  • Navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, ad esclusione di quelli impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina
  • Treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità
  • Autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti
  • Autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente, ad esclusione di quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale

I requisiti del soggetto delegato per la verifica del Green Pass

Chi può essere delegato per la verifica del Green Pass nell’ambito dei settori in cui è previsto tale obbligo? Posso incaricare chiunque nell’ambito della mia organizzazione?

La risposta non può che essere affermativa, non sono previsti requisiti particolari. Ovviamente si dovrà incaricare una o più persone di fiducia che possiedano una buona capacità di gestione dei rapporti con le persone, purchè si provveda ad informare e formare nel modo più adeguato tale soggetto delegato.

Perchè l’informazione da parte del delegante sia efficace, è richiesto che il soggetto delegato sia in grado di gestire in autonomia tutte le fasi di verifica, dalla richiesta di mostrare il QRCode all’utilizzo dell’app “Verifica C19”, dalla gestione dei casi in cui l’esito di controllo è negativo alla gestione di tutte le situazioni, talune spiacevoli, che possono capitare.

PS: hai trovato l’articolo utile e interessante? Iscriviti alla mia newsletter, ti manderò gli ultimi articoli del blog, no spam nè pubblicità!


Fabio Moscatelli

Blogger ed ingegnere, mi occupo di sicurezza sul lavoro dal 2003, aiutando le aziende a districarsi nei meandri del D.Lgs. 81/2008. Il blog nasce per condividere e diffondere a 360° la cultura della sicurezza. Safety First!

3 Comments

Gianna · 7 Ottobre, 2021 at 8:49

Molto utile

Francesco Sessa · 18 Novembre, 2021 at 19:57

Non è chiaro se possa utilizzare il proprio cellulare per la scansione.

    Fabio Moscatelli · 19 Novembre, 2021 at 7:44

    Non mi risulta vi siano precisazioni ufficiali sul tema. Consiglierei sempre l’uso di un dispositivo aziendale, poi nella realtà quello che succede è ben altro.

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Defibrillatore DAE nei luoghi di lavoro
Il defibrillatore nei luoghi di lavoro è obbligatorio?
Decreto controlli antincendio
Decreto Controlli antincendio e Tecnico manutentore qualificato